Icone senza tempo: Louise Brooks

Benvenuti al secondo appuntamento con la rubrica “Icone senza tempo”.
(per il primo articolo su Theda Bara, cliccate QUI)

Oggi vi parlo di colei ha lanciato la moda dei capelli a caschetto. La donna che ha ispirato Crepax nella creazione del suo personaggio Valentina, ovvero Louise Brooks.


Ho sempre amato questa donna tanto è che nel corso degli anni ho sfoggiato più volte il suo taglio di capelli, il bob corto con frangetta. Lo trovo un look senza tempo, sempre attuale, sempre unico e particolare. Quando vedo in giro ragazze coi capelli a caschetto e la frangetta, le trovo a pelle simpatiche, e mi trasmettono molta personalità. Sì, perchè è un look senza tempo ma tutt’altro che facile da portare. Ci vuole un certo “caratterino”.
Cosa che sicuramente a Louise non mancava.
Scopriamo insieme chi era.

Mary Louise Brooks nacque il 14 novembre 1906 negli Stati Uniti e fu ballerina, attrice e show girl del cinema muto degli anni ’20 del secolo scorso. Da Wikipedia apprendo che in tarda età fece anche la scrittrice e critica cinematografica. Senza dubbio una donna versatile che ha saputo reinventarsi, anche se purtroppo morì sola e dimenticata per un attacco di cuore nel 1985.

Cominciò la sua carriera come ballerina esibendosi anche a Broadway, per poi passare al cinema.
Anche lei recitava in ruoli di donna fatale e sensuale, ma al tempo stesso innocente e pura.
Ebbe molte relazioni sentimentali, tra cui un flirt col grande Charlie Chaplin. Purtroppo da bambina fu violentata e questa violenza la segnò molto nel rapporto con gli altri tanto che non riuscì mai ad innamorarsi veramente e a vivere una vera relazione.
Il suo film più celebre è il tedesco “Il Vaso di Pandora”.
Purtroppo negli anni ’30 dichiarò bancarotta e si ridusse a ballare nei night club per guadagnarsi da vivere, ma nonostante ciò, amava la cultura e la lettura, tanto che disse di se stessa: “il mio amore per la lettura mi ha resa l’idiota più erudita al mondo!”

Provo tenerezza per questa donna intelligente, bellissima, frizzante, ma un po’ sfortunata.

E ora vediamo un po’ il suo look che ha fatto la storia.

Come già ho accennato la sua peculiarità era il caschetto corto con frangetta. Le dava un’aria da eterna maliziosa ragazzina, non trovate? A lei si sono ispirate tantissime donne e dive del cinema. Mi vengono in mente Audrey Tautou quando interpretò Amelie Poulain, o Natalie Portman.
Adoro questo taglio di capelli l’ho già detto?

Passiamo al trucco. Anzi, vi faccio vedere cosa ho combinato, così vi parlo del suo trucco e del mio.

Anche io porto un caschetto, ma il mio è molto più lungo e non ho la frangia, e senza queste caratteristiche, non è stato facile interpretare Louise. Affatto. (peccato non avere una parrucca…ho ovviato usando un cappello stile 1920!)
Una cosa che mi è subito saltata all’occhio è che le sue sopracciglia erano molto distanti tra loro, e ho cercato di farle anche su di me, anche se le sue erano più corte e dritte nella parte finale.

Essendo il cinema muto, e ancora in bianco e nero, anche negli anni ’20 del secolo scorso il trucco era piuttosto marcato, anche se meno teatrale rispetto a quello del decennio precedente.
Sugli occhi uno smokey sui toni del grigio, sfumato orizzontalmente verso l’esterno.
Gli occhi avevano un aspetto un po’ all’ingiù, che avrei potuto fare meglio.
(lo so, sono molto auto critica!)
L’incarnato era sempre perfetto, un accenno di blush rosato.
Mentre il rossetto, beh, rosso, scuro, non un rosso acceso, bensì dei rossi più scuri, dei borgogna, vinaccia.

Vi metto una foto a colori, che non rende molto, visto che dopo tutto stiamo parlando degli anni 1920, e le foto venivano colorate successivamente. Mi serve comunque per farvi vedere i colori che ho utilizzato.

A questa ho alzato il contrasto, ma mi piace tanto l’effetto dell’insieme!

Ecco i prodotti che ho usato:

Correttore prolongwear Mac nw20
Fondotinta Pupa Like a Doll 010
W.O.S della palette Naked Basics
Underground della palette Sleek Bad Girl
Matita nera Smolder Mac
Blush Yves Rocher Rose Vif
Tinta Labbra Wjcon Mua Vinaccia
Mascara Sexy Pulp Yves Rocher
Spero che Louise Brooks vi sia piaciuta, e che se non la conoscevate, di avervi incuriosite al punto da andarvi a leggere e vedere qualcosa di lei!
Sarei molto felice se grazie a questa rubrica, scopriste, o riscopriste dive meravigliose ormai da molti dimenticate. Spero di riuscire nel mio intento, e di farvi capire perchè amo tanto il look che ormai viene definito “vintage”. 😀
Alla prossima!

11 commenti su “Icone senza tempo: Louise Brooks

  1. Emanuela

    Conosco questa attrice solo tramite la sua immagine, ma non ho mai visto nulla. È vero, il suo taglio di capelli mette allegria, è molto sbarazzino.
    Il cappello ti ha aiutato molto nel ricreare la sua immagine, la prima foto è molto bella 🙂

  2. Grace Shee

    Rende anche senza caschetto, tranquilla! 🙂
    Pulito ed essenziale, secondo me rende l'idea senza cadere nel drammatico e non rientra nell'ottica, in genere comunemente condivisa, di fare uno smokey che renda gli occhi simili a un panda, ad una disadattata o, alla peggiore ipotesi, pesti… cosa che detesto. Gli anni '20 sono stati anni futuristici, eleganti, lussuosi: una donna, e meno ancora una diva, non si sarebbe mai truccata come Edward Manidiforbice.
    Complimenti u.u *batte le mani*

  3. Laura Palmer

    il trucco l'hai ricreato in maniera molto elegante.. a parte la modifica delle sopracciglia trovo che potrebbe essere un make up anche da portare tranquillamente fuori casa.. con i tuoi tratti somatici ed i tuoi colori sta da dio 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Confermo di aver letto e sono d'accordo con Informativa sulla riservatezza. *
Confermo di aver letto e sono d'accordo con Informativa sulla riservatezza.